Visite totali:
  
  Sito Online dal 15/10/2007
  Browser consigliato: Firefox
Home News
Forum Chat
Gallery Disclaimer
Staff Staff Login
Translate site Mp3 Player
Contattaci Be Allies
Facebook Votaci
Storia del Sito RSS
Collabora Nei Preferiti
Introduzione il Death Note
Anime Manga
Simbologia Mu (il Nulla)
Autori Lista Episodi
Personaggi Umani Shinigami
Re Shinigami Shinigami Ignoto
Death Eraser Wammy's House
Glossario Possessori D.N.
Riassunti Episodi Copertine
Immagini e Scans Purgatorio
Death Note i Film Beyond Birthday
Romanzo 3°Film Another Note
How To Read 13 Anime Book 14
L FILE no 15 Differenze A/M
Intervista Autori Page 108 Thruts
Doppiatori Jap Doppiatori Ita
Curiosità Manga Il Plagio
Streaming ITA Streaming JAP
Download Manga Download Anime
Hentai XXX Download Movie
Download 1°Film Download 2°Film
Download 3°Film Download OST
Download OST Download OST2
Download OST3 Dload OST Movie
Rewrite Rewrite 2
Death Note AMV Video/Flashgames
Download Fonts Special One Shot
Opening/Ending Fake Ending
Kira Game L's Successor
L the Prologue Matsuda Spin-off

Scarica Firefox: Più Sicuro, Più Veloce, Migliore







  

Death Note Autore Gli Autori di DEATH NOTE
Ecco a voi le menti geniali dietro questa sublime opera... gli autori, che hanno creato questo fantastico manga intitolato DEATH NOTE, sono due: la prima è Tsugumi Ohba, la straordinaria scrittrice nonché creatrice di questo capolavoro; il secondo invece è Takeshi Obata, l'eccezionale disegnatore che ha curato la parte artistica donando al manga dei disegni di ottima fattura senza i quali DEATH NOTE non sarebbe stato lo stesso. Ecco qui elencati alcuni dati degli autori di questa complessa opera, ricca di colpi di scena e strategie al limite dell’immaginazione...

Tsugumi Ohba: Lo scrittore
Tsugumi Ohba (大場 つぐみ Ōba Tsugumi nato in Tokyo, Giappone) di lui si hanno a disposizione veramente poche informazioni in quanto ha voluto fortemente nascondere la sua identità, e tutt'ora è un segreto gelosamente custodito; le seguenti informazioni sono menzionate nelle note degli autori contenuti nei volumi di DEATH NOTE. Ohba ha un hobby ed è quello di collezionare tazze di tè; invece una sua caratteristica nota è quella di sviluppare sceneggiature di manga giorno e notte mentre è seduto su una sedia con le ginocchia alzate (esatto, proprio alla L!).
Rumors
C'è l'ipotesi che Tsugumi Ohba non sia altro che uno pseudonimo e che in realtà sia Hiroshi Gamō, autrice della serie Jump, Tottemo! Luckyman. La ragione per la quale Gamō ha scelto di nascondere la sua identità è dovuta al fatto che la serie è molto differente dal suo recente lavoro (secondo le fonti). Hiroshi Gamō nacque il 17 Agosto 1962 in Tokyo, Giappone ed ha il gruppo sanguigno B. Alcuni degli assistenti precedenti di Gamō erano Murata Yuichiro (Eyeshield 21) & Nishi Yoshiyuki (Muhyo & Rosie).


I suoi lavori
Entrambi i lavori di Ohba sono stati pubblicati nel Weekly Shōnen Jump e sono illustrati da Takeshi Obata.
-Death Note
-Bakuman

Note degli autori
Qui di seguito sono elencate le varie note degli autori lasciate in ogni volume, in questo caso di Tsugumi Ohba.

Volume 9: Mi domando cosa poteva essere? Ogni volta che sorge nella mia testa una strana domanda, accuso sempre il vecchio. Per esempio, sono certa di aver riempito la vasca da bagno, ma la trovo vuota. Questo perché il Signor Togli-il-tappo-alla-vasca scende in casa mia. Mi domando cosa poteva essere...?
Volume 11: Ad onor del vero, non so molto di argomenti difficili, ma ora che ho avuto l'opportunità di scrivere qualcosa qui, ho lottato per creare un grande detto o citazione che possa vivere attraverso i secoli. C'ho davvero provato duramente, e questo non è uno scherzo o altro.
Cosa ne pensate di questo:
“Non ci sono nudisti negli ambienti freddi."
Volume 13: Facciamo finire la serie con il capitolo 108, e il tredicesimo volume, il commentario, lo facciamo uscire di venerdì 13... Finché ci si scherza durante una riunione può anche andar bene, ma farlo davvero è plausibile? Non è eccessivo? Io queste cose complicate non le capisco.




Takeshi Obata: L'artista
Takeshi Obata (小畑 健 Obata Takeshi, nato l'11 Febbraio 1969 in Niigata, Prefettura di Niigata) è un disegnatore di manga. E' alto 174 cm, pesa 53 kg (ai tempi di Hikaru No Go), gruppo sanguigno AB; gli piace inoltre andare in bicicletta. In generale, Takeshi è famoso per i suoi disegni, poichè collabora con gli scrittori. Alcuni dei suoi lavori sono: Hikaru No Go (con Yumi Hotta dal 1998 al 2003/04), Ayatsuri Sakon (con Sharakumaro), e Arabian Majin Bokentan Lamp Lamp (con Susumu Sendo). Era il maestro di Nobuhiro Watsuki (Rurouni Kenshin) ed è stato dichiarato in un’intervista che ha circa 5-6 assistenti alla volta. Per i colori, Obata usa Copic (basati su alcohol) Markers, dalle tonalità più chiare a quelle più scure. Dopo il completamento di Hikaru No Go, Takeshi ha fatto coppia con Ohba e ha lavorato su Death Note. Le sue brillanti illustrazioni sono abbastanza conosciute, ma purtroppo non si sa molto riguardo lui.


I suoi lavori
-Cyborg Jii-chan G (CYBORGじいちゃんG(サイボーグじいちゃんジー)?) (story & art)
-Arabian Majin Bokentan Lamp Lamp con Susumu Sendo (scrittore)
-Rikito Densetsu -Oni wo Tsugu Mono- con Masaru Miyazaki (scrittore)
-Karakurizoshi Ayatsuri Sakon con Sharaku Marou (scrittore)
-Hikaru no Go con Yumi Hotta (scrittore) - supervisionato da Yukari Yoshihara (5-dan)
-Death Note con Tsugumi Ohba (scrittore)
-Blue Dragon Ral Grad con Tsuneo Takano (scrittore)
-Hajime con Otsuichi (scrittore)
-Hello Baby con Masanori Morita (scrittore)
-Uro-oboe Ouroboros con Nisio Isin (scrittore)
-Castlevania Judgment (character design)
-Bakuman con Tsugumi Ohba (scrittore)

Note degli autori
Qui di seguito sono elencate le varie note degli autori lasciate in ogni volume, in questo caso di Takeshi Obata.

Volume 1: Ho sentito dire che la versione comic di "Death Note" arriverà nelle librerie giapponesi il 2 Aprile, 2004.
Snow Melt flows into streams
And below the dancing petals of cherry blossoms
Stirred by the spring wind
First graders, brightly colored with their shiny leather backpacks
Hold hands and step out toward hope on the green
Volume 2: E' giusto disegnare Shinigami? Sarò maledetto? Disegno il manga con tremore e terrore.
Volume 3: Camminando lungo una strada in una piccola città, sono arrivato ad un incrocio a T ed ho girato a destra. Al prossimo incrocio a T, ho girato a sinistra. Ho continuato mantenendo questa procedura, chiedendomi fin dove sarei arrivato. Finalmente, finisco su una strada larga, dove non ho beccato incroci a T per molto tempo, così mi giro e torno indietro. Ma nel viaggio di ritorno, tutti gli incroci a T in cui dovevo girare si sono trasformati in comuni strade. “Questo è un mistero, questo è un trucco!” Ho pensato di chiedere ai passanti un aiuto per tornare a casa. Questo è solo un ricordo di una sciocca infanzia.
Volume 4: Ho veramnete amato il vecchio T.V. show Ogon Bat (clicca qui per più informazioni). Il personaggio principale era uno scheletro dorato con una risata raccapricciante, ma era un bravo ragazzo! Sono l'unico a voler vedere un remake moderno usando la CGI?
Volume 5: Ho pensato almeno di provare a non essere così prolisso qui. Sto bene e sto lavorando duro.
Volume 6: L'altro giorno sono andato a fare i raggi-x ed ho visto le mie stesse ossa. E' stato piuttosto scioccante per me. Forse parlo sempre di ossa qui per via di tutti questi disegni di shinigami?
Volume 7: Mi sono recentemente trasferito e non ho ancora individuato la mia roba per disegnare. Anche se per qualche ragione ho l'origami di carta, è da qui che ho ricavato il rosso per la mela in quest'immagine.
Volume 8: Un po' di tempo fa potevamo trovare spesso questo tipo di portachiavi nei negozi di souvenir in un luogo turistico. Ma perché hanno sempre gli occhi ingioiellati?
Volume 12: Mentre lavoravo a questa serie, ho vissuto con la paura degli shinigami. Ed anche ora che il mio lavoro è completato, non posso ancora essere certo di stare al sicuro. Quindi ho deciso di esser prudente su di loro da ora in poi.
Volume 13: Mi è uscita quella carta dei tarocchi (vedi l'intervista contenuta nel volume 13), ma non mi perdo d'animo e continuerò per la mia strada, mettendocela tutta.